mes

Archivio blog

mess.

giovedì 2 aprile 2015

creativamentedonna: PASTIERA NAPOLETANA

creativamentedonna: PASTIERA NAPOLETANA: La Pastiera è un dolce della tradizione napoletana , preparata in tutte le case per la festività della Pasqua ; si tratta di un dolce ant...

giovedì 26 giugno 2014

Un angolo di poesia.....

PRIMO AMORE
Apro il balcone e guardo. Sui balconi
della casa di fronte il sole di giugno
gioca con i gerani.
Mi saluta
da lì una ragazza: alza la mano,
mi fa un cenno e sorride, ed è più bella
dello splendore dell’estate.
I minuti
si acquietano nel cielo e scorre
molta luce. Si direbbe
che un raro sortilegio ha fermato
il tempo stamattina.
Ma chiudo
un istante gli occhi, e al riaprirli
nulla resta: né la casa, né la ragazza,
né i balconi assolati. Da tutto quello
sono passati già vent’anni.
ELOY SÁNCHEZ ROSILLO
.

martedì 6 maggio 2014

Wow! Con Vodafone #drivexone posso monitorare la mia #auto da remoto via OBD interfacciandomi con l’app #ad

Wow! Con Vodafone #drivexone posso monitorare la mia #auto da remoto via OBD interfacciandomi con l’app #ad

lunedì 14 aprile 2014

PASTIERA NAPOLETANA

La Pastiera è un dolce della tradizione napoletana, preparata in tutte le case per la festività della Pasqua; si tratta di un dolce antico, infatti il suo ingrediente principale è il grano, segue poi la ricotta e le uova; nel corso degli anni non ha subito grandi variazioni, ecco di seguito la ricetta per 12 porzioni.
Per il ripieno:

foto:vesuvio live

  • 500 g di grano cotto;
  • 300 g di latte;
  • un cucchiaio di burro;
  • 700 g di ricotta fresca;
  • 700 g di zucchero;
  • 8 uova intere;
  • una busta di vanillina;
  • due fiale di fior d'arancio;
  • zucchero a velo.

Per la pasta frolla:

  • 500 g di farina 00;
  • 3 uova;
  • 200 g di zucchero;
  • 200 g di burro; 
  • una grattata di arancia o limone.
La sera precedente preparate il grano: versatelo in una pentola con il latte, un cucchiaio di burro o sugna e un pizzico di sale; lasciate cuocere girando spesso fin quando non diventa una crema, togliete dalla fiamma e lasciate raffreddare.
Preparate in anticipo anche la pasta frolla: mettete sul tavolo a fontana la farina, lo zucchero, il burro ammorbidito, le uova e la grattugiata di agrumi; impastate tutto velocemente, poi avvolgete il panetto in una pellicola e tenete in frigo fino al momento dell'utilizzo.
In una grande ciotola, sbattete le uova con lo zucchero a crema, aggiungete la ricotta setacciata ed il grano ormai freddo, le fialette di acqua di millefiori, mescolate per bene il tutto ( il ripieno può anche essere frullato).
A questo punto riprendete la pasta frolla e stendete due dischi del diametro delle teglie, rivestitele e versate all'interno il composto di grano, lasciate livellare e poi decorate con strisce di pasta frolla messe in diagonale.
Portate il forno alla temperatura di 200°, infornate e lasciate cuocere per circa un'ora, non appena le pastiere sono bionde, spegnete il forno ma lasciatele all'interno ancora per un'oretta affinché le pastiere si asciughino; infine spolverizzatele di zucchero a velo e servite la vostra Pastiera napoletana!


Buona Pasqua!

martedì 8 aprile 2014

COME MISURARE LA FEBBRE SENZA IL TERMOMETRO

COME MISURARE LA FEBBRE SENZA IL TERMOMETRO
A quanti di voi sarà capitato di trovarsi lontano da casa e sentirsi accaldati e non sapere se si ha o non si ha la febbre; un modo per capire la nostra temperatura é contare i battiti cardiaci, tenendo presente che in un adulto vanno dai 60 a 80 battiti al minuto; in un bambino dai 60 ai 100 e nei neonati dai 100 ai 140 battiti al minuto: ogni dieci battiti in più rappresentano una linietta di febbre.

foto:ilmodertore.it

Altro metodo indicativo è contare la frequenza respiratoria, simile al metodo precedente, si calcolano i respiri fatti in un minuto che in un adulto sono generalmente 12-20; per i bambini 12-30 e per i neonati 12-40. Quando questa percentuale si altera vuol dire che la temperatura corporea è aumentata.
La febbre deve essere considerata un campanello d'allarme, è la reazione difensiva dell'organismo ad uno stato tossico o infettivo e non deve nel modo più assoluto essere sottovalutata.
La tecnologia ci viene in aiuta attraverso dell App da applicare all'i-Phone; si tratta di un'applicazione capace di leggere la vostra temperatura corporea e memorizzarla in modo che ad ogni variazione può fare un confronto con quella di base, dotato anche di un timer per i minuti.
Importante è ricordare che questi sono metodi di primo soccorso in mancanza del termometro che è l'apparecchio specifico per leggere in modo preciso la temperatura corporea.
Ecco quindi come misurare la febbre senza termometro!!!


venerdì 28 marzo 2014

COME REALIZZARE UN PORTA CAVI

Come realizzare un porta cavi
A quanti di voi è capitato di dover prendere un cavo con urgenza e trovarlo tutto aggrovigliato! con tutta la buona volontà nel metterli in ordine, nel momento in cui servono ci appaiono come una grande matassa senza il capo. Proprio per rimediare a questo inconveniente, girando per il web, mi è saltata agli occhi un'immagine: rotoli interni della carta igienica come tutori dei cavi, un'idea eccellente a costo zero! l'ho messa subito in atto, ho incominciato a conservare i rotoli di cartone della carta igienica, per l'esattezza 6 e poi li ho assemblati uno vicino all'altro, tenuti insieme dal nastro adesivo, come da foto.


Vi assicuro che è praticissimo, trovo i mie cavetti sempre pronti e subito, ne ho preparati diversi, ogni gruppo per ospitare una particolare specie di cavetti e fili, in questo modo so sempre dove sono e pronti all'uso.
Quelli del PC nel cassetto della scrivania, altri li ho sistemati in scatole di scarpe, scrivendo sul coperchio il nome della destinazione dei cavetti. Tutto in ordine!!!!!!!!!


Ecco come realizzare un porta cavi senza spendere una lira!
Alla prossima!

martedì 25 marzo 2014

HAIKU: MEISETSU HA SCRITTO





                                  LE FARFALLE SEGUONO CON AMORE

                                  LA GHIRLANDE DI FIORI

                                  DEPOSTA SUL FERETRO.



Per le farfalle non esiste differenza alcuna 
tra la morte e la vita.

LE FARFALLE SEGUONO CON AMORE 
LA GHIRLANDE DI FIORI
DEPOSTA SUL FERETRO.

Questa dovrebbe essere l'attitudine di un meditatore
essere testimone di ogni cosa, della vita e della morte, 
con lo stesso amore, con la stessa lucidità,
con la stessa silenziosa presenza testimoniante.








Tratto da: I silenzi dell'acqua che scorre di Osho

lunedì 24 marzo 2014

UN HAIKU

                                         


                                            UNA LIBELLULA SU UNA ROCCIA;

                                            SOGNI DI MEZZOGIORNO.


foto:fotocommunity.it


Gli haiku non sono comuni poesie;
sono espressioni poetiche: più visuali che verbali.
Prova a visualizzare...
Una libellula adagiata su una roccia
che sogna nella calura del meriggio...
Ogni essere umano inconsapevole
si trova nella stessa situazione.
Non solo la libellula, anche tu
vivi immerso nei sogni.
Fino a quando in te non sorgerà
un pilastro di consapevolezza,
vivrai immerso nei sogni, negli incubi,
e la tua vita sarà uno spreco.
Non giungerà a compimento,
a un pieno appagamento,
a un intima realizzazione
dell'unità organica col cosmo.
Quello è l'unico splendore da sperimentare.
Nulla gli è superiore.




Tratto da: I silenzi dell'acqua che scorre di Osho

sabato 22 marzo 2014

I TAROCCHI

PARTE V

                                                               IL DIAVOLO



Passioni fatali, carta infausta se appare vicino al consultante, predice violenza, rovina, schiavitù; caduta fallimento inatteso, autodistruzione, influenza astrale.
Capovolta: liberazione da legami, comprensione spirituale, riconoscimento da parte di altri delle proprie necessità, superamento del timore del proprio io.



                                                                    LA TORRE 



Annuncia calamità, cambiamento brusco ed assoluto, perdita di affetti e beni materiali. Il consultante deve astenersi da imprese temerarie; crollo di antiche credenze.
Capovolta: oppressione, vita di routine, persecuzione, prigionia, esilio, incapacità di effettuare qualsiasi cambiamento notevole.



                                                                   LE STELLE



Questa carta rappresenta la speranza la fede, l'ispirazione, indica innovazione e buoni auspici, prospettive brillanti, ottimismo, la conoscenza del passato per l'utilizzo nel futuro. Amore spirituale, influenza delle stelle sulla nascita, influenza astrologica.
Capovolta: Speranze non realizzate, disillusione, inganno, leggerezza di condotta. Conclusione insoddisfacente di un affare o di un rapporto sociale.


Nel prossimo articolo conosceremo le ultime quattro carte: la Luna, il Sole, l'Angelo e il Mondo.














Tratto da Del Negro SpA Treviso